venerdì 31 gennaio 2014

Bloom: un quadro primaverile.

Ciao a tutti.
Come procedono le cose da voi miei cari lettori??? Siete sommersi dalla neve come qui o alle prese con i secchi per svuotare la casa dall'acqua??? Raccontatemi, facciamo girare le informazioni che non tutti i telegiornali raccontano. Naturalmente se avete bisogno di qualcosa, fatemelo sapere, vedremo di aiutarvi!!!

Volevo però farvi anche vedere il mio ultimo quadro, vorrei cominciare a portare un po' di primavera. E' un acrilico su tela con delle farfalle applicate, la cosa un po' particolare è lo sfondo: fatto in rilievo.


Che ne dite? Se vi piace lo trovate anche nel mio mercatino on line su Blomming qui!


Un abbraccio a presto e buon fine settimana.

mercoledì 22 gennaio 2014

PAL Forever 2014: gennaio GINGERBREAD

Eccomi qui nuovamente!
Spero piano piano di riprendere il ritmo, mi sono presa qualche giorno di relax sotto le vacanze di Natale ma non sono stata con le mani in mano.
Anche quest'anno partecipo al PAL (paint a long), che nel 2014 si chiama Forever e per l'occasione si è spostato su Facebook.
Le Merle sono sempre avanti!!!
Addirittura alla fine del mese c'è il sondaggio per decidere il tema del mese successivo .. . UAU!!
Il tema di questo mese era: Gingerbread. Chi mi conosce sa che non amo di per se questo soggetto ma sta volta ho cercato d'impegnarmi e trovare un progetto carino per partecipare. Quindi ecco qui il mio progetto: un ornaments di Reneè Mullins ( naturalmente!).


Bhè, vi dirò che alla fine mi sono divertita a dipingerlo, quindi: grazie Pal per avermi spronata a provare!!!
Anche perchè son passata da niente a due progetti di Ginger in un mese, qui l'altro  . . . direi che faccio progressi!!!
Un abbraccio a tutti e a prestissimo!

P.S.: se non volete perdere nessun post seguitemi su Bloglovin, o su Facebook, o nella newsletters via mail!

mercoledì 15 gennaio 2014

Parole d'amore per mia figlia: il mio tesoro più prezioso!

La mia giornata con te finisce quando, mettendoti a letto, ti sussurro in un orecchio: “ti voglio bene: sei il tesoro più prezioso che ho! Fai bei sogni piccola . . .”
Poi mentre me ne torno in salotto penso a quella poesia di Kahlil Gibran che recita così: “ i vostri figli non sono figli vostri, sono i figli e le figlie della forza stessa della vita […] dimorano con voi, tuttavia non vi appartengono . . .”

Allora penso a come potrei esprimerti in poche parole quanto sei importante per me, quanto la tua allegria, i tuoi sorrisi e il tuo essere così speciale sia così prezioso. Penso e ripenso ma non trovo niente di meglio della frase che di solito ti sussurro.

Crescendo spero che capirai che non ti considero una mia proprietà ma un meraviglioso dono, un dono che custodisco con immensa cura e che cerco di accompagnare sulla strada della vita.
Starti accanto, vederti crescere, partecipare ai tuoi successi e alle tue difficoltà è per me fonte d’immensa felicità. Sogno di poterti veder diventare grande, di affiancarti nel percorso della vita e sapere che diventerai una donna felice, amata, forte e sicura di se stessa . . . allora sarò una madre realizzata.
Una mamma che ha dato tutta se stessa affinchè tu cresca circondata d’amore a da valori, da creatività e sicurezza, una mamma che ha fatto il possibile ( e a volte anche l’impossibile) per renderti felice.
Renderti felice e aiutarti a crescere: questo ti diciamo io e papà quando ti spieghiamo perché a volte dobbiamo dire NO, o perché siamo costretti ad alzare la voce per sovrastare i tuoi capricci.
Compito difficile quello dei genitori, compito che nessuno t’insegna a fare. Spero sempre di poter essere un genitore come lo sono stati mia mamma e mio papà per me, allora spererei di essere all’altezza delle tue aspettative, piccola mia.

“ …voi siete l’arco dal quale, come frecce vive, i vostri figli sono lanciati avanti. L’Arciere mira al bersaglio sul sentiero dell’infinito e vi tiene tesi con tutto il suo vigore affinchè le sue frecce possano andare veloci e lontane. Lasciatevi tendere con gioia dalle mani dell’Arciere, poiché egli ama in egual misura e le frecce che volano e l’arco che rimane saldo.”
Così termina la poesia di Gibran, quindi quale miglior desiderio, il mio, se non quello di essere un “Buon Arco” affinchè tu, piccola la mia freccia, sia lanciata in avanti sul sentiero dell’infinito e possa andare veloce e lontana.

Si sa, il tempo corre troppo e tu stai crescendo a vista d’occhio, ma ricorda che in ogni caso sarai sempre nel mio cuore e ti custodirò qui proprio come il mio tesoro più prezioso.



Ti voglio bene Nadia, fai bei sogni . . .